Volume significativo geotecnico

Categorie: GEOLOGIA & NORME

Il volume significativo geotecnico è il volume significativo che racchiude le interazioni reciproche di natura meccanica tra un’opera e/o un intervento e le unità litotecniche presenti al suo interno. È suddiviso in tre sotto-volumi che si differenziano per estensione e per tipologia di parametri:

  • il volume significativo geotecnico di rottura racchiude l’interazione meccanica “a rottura” tra le unità litotecniche e l’opera e/o l’intervento. Delimita la porzione di volume significativo entro cui può avvenire la rottura dei materiali costituenti le unità litotecniche presenti. La sua estensione è calcolata a partire dalla geometria dell’opera e/o dell’intervento e, al suo interno, si determinano i parametri geotecnici di rottura;
  • il volume significativo geotecnico di deformazione racchiude l’interazione meccanica “a deformazione” tra le unità litotecniche e l’opera e/o l’intervento. Delimita la porzione di volume significativo entro cui può avvenire la deformazione dei materiali costituenti le unità litotecniche presenti. La sua estensione è calcolata a partire dal valore di pressione generata dalla realizzazione dell’opera e/o dell’intervento e, al suo interno, si determinano i parametri geotecnici di deformazione;
  • il volume significativo geotecnico dinamico racchiude l’interazione meccanica “sismica” tra le unità litotecniche e l’opera e/o l’intervento. Delimita la porzione di volume significativo entro cui può avvenire la rottura e/o la deformazione (diretta e/o indiretta) indotta da un sisma nei materiali costituenti le unità litotecniche presenti. La sua estensione è calcolata a partire dall’opera/intervento e, al suo interno, si determinano i parametri geotecnici dinamici.

L’arco temporale minimo entro cui valutare l’interazione geotecnica è pari alla vita nominale dell’opera/intervento.

 


Per approfondire

Tags: ntc
« Torna al glossario