Scorrimento rotazionale


Lo scorrimento rotazionale è un tipo di scorrimento che si manifesta con un collasso iniziale seguito da una rotazione, intorno ad un asse parallelo all’inclinazione del pendio, del materiale coinvolto lungo una superficie di rottura. La superficie di rottura, detta superficie di scorrimento, ha generalmente una forma concava verso l’alto e può essere di neoformazione e/o di riattivazione. La massa in movimento può disarticolarsi in diversi elementi che tendono, in corrispondenza della testa, ad inclinarsi all’indietro durante il movimento spesso capovolgendosi o appiattendosi. Nel complesso il corpo di frana presenta un basso grado di deformazione interna tuttavia, il fronte può liquefare e trasformarsi in un flusso.
I diversi tipi di scorrimento rotazionale sono definiti in base al tipo di materiale coinvolto: si definisce scorrimento rotazionale di roccia quando interessa uno o più blocchi rocciosi mente nello scorrimento rotazionale di terra il movimento interessa terre a grana grossa o terre a grana fine.
Le velocità sono molto varie: da lenta fino a rapida e molto rapida nella fase critica.
Il termine equivalente in inglese è ROTATIONAL SLIDE.

 

Vedi anche:
Scorrimento, Scorrimento planare.

 

//www.bgeo.it/wp-content/uploads/2020/03/03.png

 

« Torna al glossario